chi sono?

Il punto interrogativo non è casuale. Chi sono? La domanda dà la possibilità di rispondere ogni volta nuovamente, assecondando la fluidità della vita e la plasticità delle identità. Contro la fissazione stigmatica della scrittura, tenterò sempre nuovi racconti.

Mi chiamo Diego. Amo correre, viaggiare e pensare e, se posso, amo fare queste cose assieme. Voglio scrivere di viaggi e di pensieri, rintracciando dubbi e illuminazioni fugaci che mostrino la risonanza reciproca di esperienza e teoria, azione e riflessione. Sono convinto che il viaggio sia una dimensione privilegiata della vita, in cui le sensazioni sono più intense e i pensieri più lucidi.

Annunci

4 pensieri riguardo “chi sono?”

  1. D’accordo con te sul viaggio come “dimensione privilegiata della vita”. Soprattutto, forse, quando per un momento ci si smarrisce e si sente che non tutto è sotto il nostro controllo. Nella vita normale siamo sopraffatti dall’ansia quando questo accade,ed è tanto facile esserlo perché spesso non sappiamo chi siamo e tutto corre molto veloce. Forse viaggiare è un riappropiarsi del proprio diritto a perdersi senza essere schiacciati, licenziati e offesi. Grazie per questo blog, Diego:)

    1. Ciò che scrivi, caro Giulio, è ciò che penso anche io: il diritto di perdersi senza essere schiacciati, come tu dici; e forse proprio quando ci si sente perduti nella propria vita.
      Molte volte per me i viaggi sono stati salutar in questa via addizionale: non bisogna cercare un’anti-crisi, bisogna attraversare la crisi, la ‘selva oscura’, perdercisi dentro fino a tagliarsi. Il tempo dello smarrimento in un altrove fisico che non permette di incunearsi in depressioni senza vie d’uscita. L’altrove porta, chi era già perduto, a uscire del tutto da sé. E’ questo un perdersi che cura e lenisce, che ossigena i pensieri malconci. Un perdersi che solo, poi, può portare alla conversione, al ritorno a sé.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

East Journal

quotidiano di politica internazionale

Rumor(e)s 2.0

Bizzarrie antiche e altre amenità

ci cli vi andanti

il genio di andare a zonzo

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

VIAGGIAROUND

TRAVEL-REVIEWS

LUOGHI D'AUTORE

Il Magazine del Turismo Letterario

Dopo le colonne d'Ercole

Ogni tanto mi fermo e scrivo. Punto.

Il Re Del Niente

E in mezzo a questo mare cercherò di scoprire quale stella sei… perché io morirei se dovessi scoprire che stanotte non ci sei…

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

sepensiseirivoluzionario

perchè la Filosofia deve essere portata nelle strade e nelle piazze, deve essere urlata, deve entrare sotto pelle_

Plus Ultra

Stories and photographs from places “further beyond”.

ISA Study Abroad Student Blog

The World Awaits...Discover It.

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

Les Mots Blog

Wander. Wonder. Write.

ab Amore

Parole, dall'amore per le parole, dalle parole per l'amore

ViaggioScrivoAmo

Il mondo è un libro, e chi non viaggia legge solo una pagina. Sant’Agostino

why i left my job

Because sometimes you have to be a little crazy to stay sane.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: